La recensione di Fanta: “Divano tiragraffi Friheten”

Il divano tiragraffi Friheten si integra perfettamente con gli altri mobili tiragraffi e con le mensole panoramiche che ho fatto installare in soggiorno. Miawow!

Il divano tiragraffi Friheten si integra perfettamente con gli altri mobili tiragraffi e con le mensole panoramiche che ho fatto installare in soggiorno. Miawow!

Cari mici, miao a tutti!

Bentornati nella mia rubrica felina, intitolata Fanta e i cipi – Diario di una gatta borghese. Ne approfitto per ringraziare tutti quelli che hanno deciso di diventare miei followers: dalla mia prima pubblicazione, infatti, gli abbonati a Picd’A hanno subito un incremento del 9%! Non voglio dire che sia tutto merito miao, però è un signor risultato: neppure il blog di Francesca Cipriani e Cristina Dal Basso può vantare una simile crescita di consensi!

Ma bando ai cipi, veniamo a noi. Dopo un primo post dedicato alla “scatola comoda“, rieccomi a voi con una nuova, entusiasmante recensione. Stavolta vi parlo del “Divano tiragraffi Friheten” di IKEA.

Unboxing

Questo spettacolare tiragraffi a forma di divano mi è arrivato i primi di luglio. Il tutto era contenuto in tre enormi scatole di cartone. Per fortuna c’erano Brontolo e suo cognato Kyle Berry a darmi una mano, altrimenti da sola non ce l’avrei mai fatta! I due simpatici energumeni hanno speso molte ore pomeridiane e molti litri di sudore per montare tutto. Nonostante qualche difficoltà tecnica, il risultato finale si è rivelato al di là delle mie aspettative.

Decisamente più grande del precedente divano, questo Friheten è di un grigio scuro elegante e sobrio al tempo stesso. La costruzione è solida, il rivestimento ruvido e grezzo: perfetto per farsi le unghie con profonda soddisfazione!

Comodità

Mmmh, questa faccenda di coprirmi il tiragraffi con un telo mi fa uscire dai baffi! Guardate come mi tocca stare in pizzo...

Mmmh, questa faccenda di coprirmi il tiragraffi con un telo mi fa uscire dai baffi! Guardate come mi tocca stare in pizzo…

L’oggetto è di una comodità assoluta. Ultimamente lo preferisco persino all’incavo tra i due cuscini nel lettone di Brontolo e Trilly. Sulla superficie, abbastanza rigida e molto piacevole sotto i polpastrelli, c’è spazio in abbondanza per voi e – se vi piace la compagnia – per due umani di media taglia, anche grazie alla penisola di dimensioni generose. Occasionalmente, gli umani estraggono una parte aggiuntiva da sotto il tiragraffi, la quale rende ancora più ampio il territorio disponibile. In questo caso, potete sgranchirvi le zampine girando intorno ai vostri amici bipedi mentre si rimbambiscono davanti ai loro schermi elettronici preferiti, beccandovi pure qualche coccola extra. Del resto si sa: più felici loro, più felici voi!

Unica seccatura, i miei bipedi, prima di assentarsi, hanno la sciocca abitudine di coprire il novanta per cento del mio divano con un orribile telo arancione: chissà perché sembrano convinti che io preferisca starmene lì sopra… E invece mi tocca rintanarmi nell’unico angolo rimasto scoperto. Valli a capire!

Giocosità

Nonostante non sia concepito strettamente come gioco, il divano tiragraffi Friheten non delude nemmeno sotto questo aspetto. Succede, ad esempio, che Brontolo si stenda sulla penisola per guardare quell’aggeggio rumorosissimo che chiamano TiVù. Nel mettersi comodo, lascia il suo braccio peloso adagiato sulla sponda laterale, la mano sinistra giù a penzoloni. Al che, mentre lui è concentrato sulla mille-e-quattrocento-settantaduesima puntata di Law&Order, io mi porto silenziosamente sotto la sponda, fuori dal suo campo visivo: a quel punto faccio un balzo felino verso la sua tenera mano da impiegato e gli scortico un paio di dita! Non vi dico lui, come salta su a sedere in preda allo spavento! E dopo, certo, mi corre dietro infuriato, ma lo scherzo è troppo divertente per non rischiare qualche scappellotto. Che poi, alla fine, Brontolo è un tenerone e mi perdona sempre…

Tiraunghiosità

Ma veniamo alla caratteristica fondamentale di ogni divano o poltrona che si rispetti. Che sia mattino presto o tarda mattinata, mezzogiorno o l’una, primo pomeriggio o crepuscolo, chi di noi, dopo un buon sonnellino accoccolato tra i cuscini, non vorrebbe stiracchiarsi i polpastrelli piantando ben bene gli artigli nella corda di sisal o nella juta? E ad ogni tirata sentirsi scrocchiare il collo e tutte le articolazioni?

Ebbene, anche in questo il divano tiragraffi Friheten non è avaro di soddisfazioni! Tessuto grossolano quanto basta, ben teso sui grandi cuscini della seduta, le vostre unghie si aggrapperanno che è un piacere. Ah, com’è rilassante! Pare proprio di sentire lo stress che salta via un pezzetto alla volta, insieme alle scagliette di cartilagine morta… Gli umani non potranno mai apprezzare una simile piacevolezza felina! Poveretti, non sanno proprio godersi la vita. Ed è a causa della loro proverbiale invidia verso i gatti che cercheranno di impedirvelo in tutti i modi. Perciò mi raccomando: fatelo sempre e solo quando i vostri bipedi sono via per le loro faccende. Altrimenti son ciabattate!

Conclusioni

Il tiragraffi in configurazione estesa. Qui potete poltrire in qualunque posizione la fantasia vi suggerisca. Credetemi, c'è n'è di spazio per stiracchiarsi!

Il tiragraffi in configurazione estesa. Qui potete poltrire in qualunque posizione la fantasia vi suggerisca. Credetemi, c’è n’è di spazio per stiracchiarsi!

Il divano tiragraffi Friheten è decisamente il mio miglior acquisto del 2015. Non c’è gatto che non possa apprezzarne la versatilità e le molteplici qualità.

Unico difetto: anche gli umani lo adorano! Al rientro da una giornata di lavoro loro pretenderanno di occupare il proprio pezzettino di divano, e voi farete meglio a concederglielo, soprattutto per evitare di stressarvi con i soliti inseguimenti sotto il letto. Ricordatevi che “stress” si traduce in perdita di pelo e unghie che si sfaldano, due cose che, per chissà quale motivo, fanno infuriare ancora di più gli umani. Questo non giova al vostro benessere. E il vostro benessere, amici felini, è più importante di qualunque altra cosa.

Riassumendo: tiragraffi di buona fattura (vediamo quanto resiste), dimensioni generosissime, relax assicurato per molti anni. Voto: 5/5 zampette

Miao a tutti, e alla prossima!
Fanta

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Brontolii, Fanta e i cipi - Diario di una gatta borghese e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia il tuo Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...