Il video – Spot Mini High5 Episodio #1: “La spesa”

Mini High5Beh, ve l’avevo promesso e quindi lo faccio…

Di recente ho partecipato alla realizzazione di una serie di spot per la Mini. Il testimonial era niente-po-po-di-meno-che il grande cestista Carlton Myers, tra l’altro attuale conduttore di Wild, su Italia1, insieme a Fiammetta Cicogna. Insomma, mica un babbaleo qualunque… Comunque, ‘ste cose fanno curriculum, quindi non posso esimermi dal condividere con voi il primo dei due video nei quali ho recitato, intitolato “La spesa” e girato in un supermarket di Lugo, in provincia di Ravenna.

La cosa buffa è che, durante le riprese, il supermarket è rimasto aperto al pubblico: perciò, mentre Carlton tirava a canestro nel carrello della spesa, dietro gli scaffali la signora Maria stava acquistando il suo detersivo preferito in offerta. Il direttore, dal canto suo, era molto orgoglioso di ospitare nel suo negozio un personaggio così importante – e intendo Carlton, non la signora Maria – e faceva del suo meglio perché i clienti non interferissero con il lavoro della troupe. Addirittura, mentre noi giravamo nel reparto ortofrutta, lui in persona bloccava con grande cortesia le signore venute per fare acquisti, annotava le loro richieste, quindi, tra un ciak e l’altro, sgattaiolava tra i pallet e afferrava ora un finocchio, ora un casco di banane, quindi si eclissava senza fare il minimo rumore.

Ora vi lascio al video, non senza qualche spiegazione. Per chi non conosce il basket, Carlton Myers è stato uno dei giocatori più famosi che abbiano giocato in Italia nell’ultimo trentennio. Negli anni novanta era al suo apice. Il 26 gennaio 1995 Myers segnò, contro l’Udine, il record di 87 punti in una sola partita di campionato, entrando così nella leggenda del basket italiano. Nello spot, il cane Spike, che rappresenta il “presidente” della Mini, desidera che Carlton gli racconti, per l’ennesima volta, di quella leggendaria partita. Io sono quello col cappotto scuro e la sciarpa, che a un certo punto esulta lanciando un pacco di tagliatelle. Il lancio del pacco di tagliatelle è stato una mia idea: il regista ne è rimasto talmente entusiasta che ci ha fatto ripetere la scena almeno cinque o sei volte. Quando abbiamo finito di girare, le tagliatelle erano ridotte a microscopici frammenti di pasta all’uovo, buoni solo da farli in brodo. Ma il direttore, molto sportivamente, non me li ha nemmeno fatti pagare.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Brontolii, Recitare e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia il tuo Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...