Pronti, partenza… click!

pentax

Cari lettori del Personaggio in cerca d’Autore, grazie alla generosità della fondazione “Trilly 4 Brontolo”, da oggi la redazione di Picd’A è dotata di un nuovissimo ritrovato della tecnica moderna: una macchina fotografica!

Si amici, avete capito bene, proprio una di quelle scatolette nere con quel grosso occhio pallato che sporge e che, con un semplice ‘click’, catturano la vostra immagine. Gli indiani d’America dicono che ti ruba l’anima, ma in proposito non ho ritrovato riscontri attendibili su Wikipedia, perciò ritengo sia una bufala messa in giro dai pellerossa (una “buffalo”?). Ovviamente, non si tratta di una macchina fotografica qualsiasi, bensì di un piccolo mostro al quale il suo creatore (presumibilmente un qualche scienziato pazzo giapponese chiamato Professor Yumi o Dottor Procton) ha dato il nome di “Pentax K-7”. Da brividi, eh? Pare un fucile laser sfornato dal laboratorio segreto di 007, oppure l’utilitaria di Batman! E invece no. La K-7 è una splendida fotocamera reflex digitale. Il suo stesso dimostra che è stata fatta apposta per essere regalata da Trilly a Brontolo: infatti, K sta per “Klakla”, mio nickname storico, mentre 7 è il numero preferito di Trilly (come ho già avuto modo di spiegare qui).

Da fantascienza anche il livello di segretezza con la quale è stata portata a termine tutta l’operazione. Per non farsi scoprire, infatti, Trilly ha dovuto effettuare una serie di prestiti incrociati e triangolazioni finanziarie che, al suo confronto, Bernard Madoff era solo un birbantello che rubava caramelle. Non mi stupirei se nel giro di un paio d’anni qualcuno venisse a chiedermi conto di qualche mutuo subprime o altro derivato tossico stipulato tra il 2013 e il 2014. Comunque, ciò che conta è il risultato, e cioè che la mia dolce metà mi ha fatto il regalo più bello della mia vita, che custodirò gelosamente in una teca di cristallo e userò solamente alla prima comunione del mio primogenito e/o al prossimo sbarco degli alieni sul balcone di casa (vi dico che torneranno, lo sento!).

Ma lasciate che vi enumeri alcune delle sue peculiarità, tratte dai migliori siti specializzati, mentre, con mano tremante e rigorosamente guantata di raso nero, maneggio cotanta meraviglia:

  • Costruzione eccezionalmente solida e duratura, grazie al corpo in acciaio e ben 77 guarnizioni che la proteggono da polvere, umidità e radiazioni gamma. Pensate che l’altro giorno l’ho usata per piantare due chiodi nel battiscopa e non ha fatto una piega! (dico la Pentax; i chiodi invece si sono storti un pochettino, ma perché io sono negato col martello)
  • Sensore CMOS da 14 milioni di pixel, per una riproduzione fedele delle immagini e sensibilità fino a 6400 ISO (!!!). Finalmente riuscirò a vedere cos’è che ostruisce lo scarico del lavello di cucina.
  • Nuovo sistema ultrasonico “Dust Removal II” (per gli amici Daitarn 3) per l’eliminazione della polvere dal sensore, così potente ed efficace da rimuovere lo sporco anche dai pavimenti e dai mobili circostanti. È arrivato il momento di mettere in cantina l’aspirapolvere… per sempre!
  • Stabilizzatore d’immagine di nuova generazione inserito nel corpo macchina, per immagini nitide e perfettamente a fuoco anche nelle condizioni più estreme. Tipo che voi siete a fare un Safari in Kenya, con il fuoristrada che saltella da una duna all’altra, e volete fotografare quell’antilocapra che non sta mai ferma – li mortacci sua – e il simpatico leone che la insegue, e allora voi fate ‘click’ e voilà! Quello vi stabilizza l’immagine, la Pentax, la jeep e tutta la mandria di antilocapre! (il leone ringrazia)
  • Compatibilità con tutti gli obiettivi Pentax con attacco K, KA, KAF, KAF2 e KAF3. In pratica ci potete attaccare qualunque cosa che inizi per “K”, compresa la canna di un Kalashnikov, un panino al Kamut®, la danza Kuduro e persino un Kayak! Sto già costruendomi un teleobiettivo usando il tubo di Kartone di un rotolo di Karta igienica.

Sensazionale, vero? E ho solo elencato le caratteristiche principali! Ora non mi resta che studiare attentamente il manuale da… gulp! TRECENTOCINQUANTA pagine??? Cavolo, è proprio vero che gli esami non finiscono mai!

Grazie piccola Trilly, è davvero un regalo meraviglioso!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Brontolii, Fotografare e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Pronti, partenza… click!

  1. domeniconardozza ha detto:

    Bellissimooooooo!!! 🙂 ora però..voglio vedere gli scatti!!

  2. Personaggio in cerca d'Autore ha detto:

    Scherzi???
    Ho pure partecipato con grande successo a ben due concorsi fotografici!

    Ecco i link:
    https://claudiodifilippo.wordpress.com/2014/10/11/il-mio-primo-concorso-fotografico/
    https://claudiodifilippo.wordpress.com/2014/10/18/il-mio-secondo-concorso-fotografico/

    Ah, ah, ah, Domenico, sei appena arrivato e mi stai dando un sacco di soddisfazione!!!
    Grazie davvero per tutti questi commenti 😀

Lascia il tuo Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...