Torta di mele di nonna Manu

[QUESTO E’ UN POST “RIMASTERIZZATO” DAL MIO VECCHIO BLOG (info) – A scanso di equivoci, si tenga presente che questo post risale al 2003: oggi, a dieci anni di distanza, la torta di mele più buona che abbia mai assaggiato è quella di mia moglie Trilly!]

Ed ora, qualcosa di completamente diverso!

Dato l’altissimo indice di gradimento registrato presso i palati del sottoscritto, degli amici e dei parenti tutti, vista la generosa disponibilità dell’autrice e nella precisa convinzione che un blog, per quanto personale, costituisca comunque un servizio pubblico, ho creduto opportuno mettervi a parte di quella che, a mio modesto e insindacabile giudizio, è la migliore ricetta di torta di mele che la mente umana abbia mai concepito: questo capolavoro dell’ingegno femminile (che già di per sé è una parola grossa – uah, uah, uah!) mi è stato tramandato dalla cuoca in persona ed io ne faccio dono a voi. Fatene buon uso!
E ricordate: da un grande potere derivano grandi responsabilità!

“Torta di Mele di nonna Manu”

  • 200 g. di farina + 6 cucchiai di frumina
  • 150 g. di burro + 2 cucchiai di olio di oliva
  • 150 g. di zucchero (o di più a seconda dei gusti … basta che assaggi l’impasto prima di infornare e ti renderai conto se ce ne vuole ancora)
  • 2 cucchiai di anice
  • 4 uova
  • 1 bicchiere di latte
  • 1 dose di lievito in polvere
  • 3 mele

Sbattere lo zucchero con i tuorli d’uvo. Aggiungere uno alla volta il bicchiere di latte, l’olio, il burro fuso, la farina e la frumina e amalgamare il tutto con il frullatore fino ad ottenere un impasto omogeneo e abbastanza denso.

Aggiungere l’anice e battere le chiare dell’uovo a neve.

Aggiungere gli albumi e la dose di lievito (e non la tua dose quotidiana n.d.r.) ed infine le mele tagliate a fettine fine fine possibilmente con quella specie di lametta con cui la mia mamma taglia le zucchine.

Imburra uno stampo e per essere sicura che non si attacchi metti anche un pò di farina.
Versa un pò di impasto e poi aggiungi una parte di mele. Ricopri con altro composto e altre mele. Puoi fare tutti gli strati che vuoi, l’importante è che l’ultimo sia di impasto.

Metti in forno per 40 minuti circa a 180°C e poi decora con lo zucchero a velo.

Se ti si cucina troppo la superficie della torta ed il resto ancora non è cotto metti sopra la torta un pò di carta argentata e lascia cucinare fino a cottura ultimata.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Brontolii, L'albero delle nuvole e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia il tuo Commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...